Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.
OK per continuare la navigazione.

Automazione Industriale


Progettiamo e realizziamo impianti di automazione civile ed automazione industriale:

• Impianti di automazione PLCshutterstock 29068555

• Apricancelli scorrevoli elettromeccanici

• Apriporte a libro, finestre, vasistas

• Apriporte e apricancelli oleodinamici

• Dissuasori oleodinamici a totale scomparsa

• Dissuasori manuali e fissi a pavimento

• Barriere stradali oleodinamiche

• Porte veloci

• Catene cinematiche

• Macchine operatrici di vario tipo


PLC


SECONDA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE

L'installazione e motorizzazione di un cancello o un ingresso automatizzato, come in altri settori, oggi viene supportato e legiferato da innumerevoli Norme e Leggi, in termini soprattutto di sicurezza, sia per l'Installatore che per l'Utilizzatore finale.

La Norma UNI 8612 in vigore fino a maggio 2001 è stata per anni il riferimento alla buona regola di installazione e costruzione di un cancello motorizzato, per tutte le figure professionali operanti nel settore dei cancelli automatici.

Oggi la UNI 8612 viene sostituita dalle Norme EN 12445, EN 12453, EN 12604, EN 12605,... Le quali indicano nell'Installatore la figura professionale competente a svolgere la realizzazione, i collaudi e le verifiche di funzionalità e di sicurezza di tutto l'impianto.

Secondo la Direttiva Macchine 98/37/CE in vigore, ogni chiusura che venga automatizzata diventa a tutti gli effetti una "Macchina", pertanto si pone il problema della Sicurezza della chiusura attraverso l'approccio tipico delle macchine.

Secondo le normative chi vende e installa un cancello o un ingresso motorizzato, diventa il "Costruttore" e "Responsabile" nei confronti dell'utilizzatore finale della "macchina-cancello automatico". Questa responsabilità si realizza nel compilare e conservare (almeno per dieci anni dalla data di installazione) il Fascicolo Tecnico dell'impianto, il quale deve contenere una documentazione che comprende il Disegno complessivo dell'impianto automatizzato, l'Elenco di tutti i componenti, lo Schema elettrico (fornito nel Libretto di Installazione), il Libretto di Installazione e uso, il Registro di Manutenzione, la Dichiarazione di Conformità, e l'Analisi dei Rischi.


shutterstock 5793436


ROBOTICA

C.G.S.E. propone una gamma di robot industriali che consente di far fronte a molteplici esigenze di automazione: la velocità dei robot (ad esempio Denso) e la forza dei robot Scara per Pick and Place, la precisione e la flessibilità del braccio antropomorfo a sei assi, la navetta mobile per recuperare efficienza nella movimentazione, i cobots – robot collaborativi – che lavorano in totale sicurezza fianco a fianco con gli operai e permettono di liberarli dai compiti più gravosi aumentando la velocità delle operazioni e riducendo la possibilità di errore.


49818572 10156842210958397_9118976246770827264_n


LA RIVOLUZIONE ROBOTICA

L'introduzione della robotica nei processi industriali permette alle aziende di aumentare l'efficienza in una misura impensabile fino a pochissimo tempo fa generando anche processi di reshoring in numerosi settori e numerosi paesi, Italia compresa. La diffusione di queste tecnologie è sostenuta dalla nascita di robot industriali sempre più efficienti, versatili ed economici che abbassano drasticamente i costi di produzione e migliorano nettamente la qualità, con tempi di recupero dell'investimento inferiori ad un anno solare. Inserirsi nel flusso di questo trend è fondamentale per tutte le aziende, di qualsiasi dimensione esse siano: specialmente se si confrontano con la concorrenza estera.